Tutte le novità del gruppo Marella
News & Eventi

Una risorsa vincente che guida da sempre il nostro paese e che sta conquistando il mondo: le imprese familiari

Proiettate verso il futuro, ma sempre con uno sguardo al passato, alle tradizioni e ai valori di chi le ha fondate, le imprese familiari italiane sono un modello che non conosce crisi e ci guida verso sconfinate opportunità.
Il mondo dell’imprenditoria è in costante sviluppo. Tra crisi e ripresa, con un ‘occhio alla modernità e i piedi ben piantati in una tradizione più che rispettabile, anche se a volte tendiamo a dimenticarcene, gli imprenditori italiani di oggi e di domani sperimentano nuove strade, si tengono aggiornati sui modelli di sviluppo e sostenibilità in costante aggiornamento, raccolgono le sfide che il mercato mondiale e la concorrenza presentano loro ogni giorno. Nel nostro paese, ma in realtà in tutto il mondo, anche se l’Italia si è sempre distinta in questo particolare ambito, c’è una tipologia di impresa che sembra destinata, per sua stessa natura, a passare indenne attraverso crisi e mutamenti, uscendone semmai più forte, più determinata, più proiettata verso il futuro.
Parliamo delle imprese familiari.

Ma che cos’è che darebbe una marcia in più a questo genere di attività, che di fatto contribuiscono in modo più che significativo alla crescita economica e al benessere del paese da decenni? Infatti queste imprese generano l’80% del pil della Penisola, dando lavoro al 75% della popolazione; inoltre, circa il 40% dei primi 100 gruppi italiani per fatturato sono controllati dallo stesso ceppo familiare.

Alla base del successo delle imprese familiari c’è un paradosso. Se pensiamo a un imprenditore come a colui che mette il successo del proprio progetto prima di qualsiasi altra cosa, che concepisce ogni sua azione, ogni investimento, solo e unicamente nell’ottica di un ritorno economico, siamo molto lontani dal poter comprendere quali sia il motore che determina il successo dell’imprenditoria familiare.

Infatti in questo tipo di aziende, piccole o grandi che siano, non è solo il beneficio economico a farla da padrone. Nella stragrande maggioranza dei casi la famiglia stessa mette il proprio patrimonio personale, sia finanziario, sia nominale, ovvero il buon nome, la reputazione, al totale servizio dell’impresa. Questo significa assumersi dei rischi non indifferenti, ma rende anche bene l’idea di come e quanto una famiglia di imprenditori sia disposta a credere e investire nel progetto comune.

Oltre però ai contributi finanziari e ai capitali personali messi in gioco, ancora più importante per spiegare il successo di questo tipo di aziende è l’investimento in termine di valori e passione. Parliamo dei valori dei fondatori, che hanno fortemente voluto la nascita dell’azienda, e che sono stati capaci di trasmetterli a chi è venuto dopo di loro, come un’eredità morale ben più preziosa e insostituibile di qualsiasi bene materiale. Un’impresa formata da membri della stessa famiglia che amano ciò che fanno, che credono nel proprio lavoro, nella mission che si sono imposti, riuscirà ad affrontare e superare ostacoli contro i quali altre realtà commerciali sono destinate a infrangersi senza speranza.

E non parliamo solo di famiglie che si trovano d’accordo su tutto. Anzi, la differenza di visioni, soprattutto tra diverse generazioni, è un valor aggiunto, soprattutto se accompagnato dalla volontà di confronto, di scambio, di mettersi in discussione per crescere e migliorare insieme, sempre di più.

Ancora di più questa affermazione diventa vera se consideriamo che, molto spesso, le imprese famigliari sono strutturare in modo tale da ‘allargare’ il senso di appartenenza alla famiglia anche ai dipendenti, che sentendosi coinvolti in ogni aspetto del lavoro, presi in considerazione e soprattutto rispettati nei loro diritti, sono portati a dare il meglio, a impegnarsi ancora di più per il successo dell’attività. Il tutto in nome di un’educazione comune, n senso di appartenenza aziendale e un’inclusività non solo di nome, ma di fatto.

Insomma, non è un caso se prestigiose università americane stanno studiando da anni il modello di impresa familiare italiana come punto di partenza per un nuovo sviluppo economico, in cui i valori della tradizione e l’esperienza di chi ha investito la propria vita nella creazione e nel successo di un progetto si mescolano e si rinnovano grazie al contributo di nuove generazioni più immerse nel contesto economico e tecnologico moderno, per non restare indietro, ma senza mai perdere di vista da dove si è partiti, le proprie radici.

Anche noi di Marella Group, nel nostro piccolo, nell’ambito delle imprese edili e di progettazione, cerchiamo di portare avanti questa dimensione di impresa creata da una famiglia che considera l’azienda e chi ne fa parte come una sorta di prolungamento di se stessa. Una specie di famiglia allargata, in cui tutti hanno il diritto di esprimere la propria opinione, dove ci si aiuta a vicenda, non sono per le questioni legate al lavoro, ma, proprio come accade nelle famiglie, anche per quegli aspetti della vita che rendono l’ambiente di lavoro più gradevole e produttivo, a misura d’uomo. Come tra noi cerchiamo di coltivare ogni giorno rispetto, educazione, volontà di confronto e amore per quello che si fa insieme, così cerchiamo di includere anche chi lavora con noi, sia in ufficio, sia nei cantieri, e perfino il cliente finale, che viene in qualche misura contagiato dall’entusiasmo e dalla volontà che ci anima di fare tutto al meglio.

Se il motore di una famiglia è l’amore, a cavallo tra famiglia e lavoro un’impresa familiare può essere davvero inarrestabile.