Scroll Top

Festival della Parola: storie, esperienze e persone straordinarie

POST_FACEBOOK_festival_parola

Il Festival della Parola, giunto alla sua decima edizione, si terrà a Parma dal 8 giugno al 4 settembre 2023.

Noi di Marella Group ci abbiamo creduto fin dalla prima edizione e, dopo altre dieci, siamo sempre più convinti di averci visto giusto. Il Festival della Parola di Parma si propone da anni di mettere in risalto le ricche opportunità, le affascinanti storie, le preziose esperienze, le diverse realtà e le straordinarie persone che rendono unica l’Italia e, che non sempre, vengono appieno valorizzate e tutelate. L’obiettivo principale di questo Festival è quello di diventare un appuntamento annuale che funge da punto di incontro per persone di diverse età, estrazioni sociali ed etnie, offrendo un luogo in cui tutta la famiglia può partecipare attivamente. Per realizzare ciò, si avvale di linguaggi universali come la musica, la pittura e l’illustrazione, che si affiancano alla parola, creando un’esperienza coinvolgente e accessibile a tutti.

Quest’anno si potrà godere della partecipazione di una varietà di personalità provenienti da diverse discipline, tra cui l’illustratrice Takoua Ben Mohamed, la scienziata Antonella Viola, il magistrato Nicola Gratteri, l’attrice Valentina Lodovini, la poetessa Mariangela Gualtieri e numerosi giornalisti e scrittori come Pap Khouma, Nello Scavo, Chiara Piaggio, Giulio Cavalli, Pierluigi Senatore, Fabio Pasini, Claudio Pedroni, Nicola Bassano, Filiberto Molossi.

All’evento parteciperanno diversi artisti musicali, tra cui Elio, accompagnato da Cesareo delle Storie Tese, Paolo Jannacci con la sua band, Giulio Casale, la Filarmonica di Parma, Luca Violini e la Banda giovanile John Lennon. Inoltre, sono previste esibizioni teatrali da parte della compagnia Il Sogno. Oltre a ciò, l’ex ciclista Claudio Chiappucci e l’ex calciatore Sebastiano Nela saranno presenti come ospiti.

Una delle parti più significative del Festival sarà la celebrazione del 100º anniversario della nascita di Maria Callas. Presso la Corale Verdi di Parma, saranno esposte opere dell’artista Carlo Gianini in un’installazione dedicata alla Divina e ad altri grandi interpreti dell’opera. L’inaugurazione della mostra, giovedì 8 giugno, darà il via al programma principale del Festival, che comprenderà incontri, dibattiti, campagne a difesa della parola e si terrà presso la Pergola della Corale Verdi fino al 29 giugno. Successivamente, il Festival si sposterà il 30 giugno all’Abbazia di Valserena (sede dello CSAC, Università di Parma) e l’1 e 2 luglio presso l’Ostello della Cittadella, dove si terranno due spettacoli-concerto.

Il programma, inoltre, sarà arricchito da una serie di eventi denominati “Fuori Festival”, che includeranno le Pedalate con Quisquilie Letterarie (10, 17, 25 giugno, 1luglio) nonché sei spettacoli-concerto nell’ambito della rassegna Musica In-chiostro, che si svolgeranno dal 25 agosto al 4 settembre.

Per il terzo anno consecutivo, il Club Pro Parma ospiterà una mostra dedicata al Festival della Parola, che si terrà dal 3 luglio al 15 settembre. Questa esposizione artistica intitolata “Il linguaggio della semplicità” presenterà i disegni di Cecilia Roda, conosciuta con lo pseudonimo di Lilybris.

Tutti gli eventi saranno ad ingresso libero, ad eccezione della serata di chiusura del 4 settembre, in cui Elio si esibirà nello spettacolo “Elio, Pierino e il lupo e…  altre bestie”, che includerà una rappresentazione del classico “Pierino e il lupo” e celebri brani delle Storie Tese, accompagnato da quaranta elementi della Filarmonica di Parma. La Filarmonica di Parma si è già distinta nella stagione lirica dei Teatri di Modena e Reggio Emilia con la produzione “Un ballo in maschera” e sarà presente anche negli omaggi del Festival a Gaber, Jannacci e Politkovskaja.

Unisciti a noi al Festival della Parola, dove l’arte si intreccia con la bellezza del linguaggio e la magia delle storie prende vita. Vieni a scoprire l’incredibile potere delle parole, ad abbracciare la creatività e ad innamorarti ancora una volta della loro incantatrice melodia. Non mancare a questo evento straordinario, perché in ogni parola potrebbe nascondersi un mondo intero da scoprire.

 

 

Lascia un commento

Invia Commento